Pizza Spontini arriva in Medio Oriente

Giovedi
18.01.2018
La pizza Spontini arriva in Kuwait. Il brand milanese della pizza al trancio, firma un accordo di espansione in Medio Oriente e Nord Africa con M.H. Alshaya Co., una multinazionale che opera in franchising con oltre 80 marchi in tutto il mondo, tra cui Starbucks e Victoria’s Secret, continuando a crescere in ambito nazionale e internazionale.
 

Pizza Spontini e l’internazionalizzazione del brand

Spontini nasce nel 1953 a Milano come rosticceria con piatti della cucina tradizionale toscana, che allora si chiamava “Cibi Cotti”. Quando introdusse l'ormai tipico trancio di pizza, "Cibi Cotti" divenne ufficialmente "Spontini®", dal nome della strada in cui si trova il primo negozio. Oggi conta 22 ristoranti, di cui sei in franchising, e due in Giappone. ASolo nel 2016 ha venduto 3 milioni e mezzo di tranci di pizza e oggi il brand punta all’internazionalizzazione, da qui l'accordo con M.H. Alshaya Co. , gruppo fondato in Kuwait nel 1890, che oggi rappresenta una delle realtà più dinamiche del Medio Oriente. Oltre alle operazioni di vendita al dettaglio,  Alshaya si occupa anche di altri settori tra cui quello immobiliare, automobilistico, alberghiero, commerciale e quello degli investimenti. Dopo l’apertura in Giappone, Spontini continua dunque ad esplorare nuovi mercati in forte crescita.

"Sono orgoglioso di questo accordo con un partner leader a livello mondiale, che condivide la nostra filosofia e visione del futuro, grazie al quale faremo conoscere ai consumatori del Medio Oriente e del Nord Africa la nostra pizza al trancio. L'obiettivo è offrire a tutti i clienti in ogni parte del mondo, dove siamo e saremo presenti, la stessa esperienza e la stessa qualità che garantiamo ogni giorno nelle nostre pizzerie in Italia, grazie a ingredienti selezionati e a un metodo di lavoro codificato nel tempo", ha affermato Massimo Innocenti, amministratore delegato della Spontini Holding e fondatore del marchio.


Popolare nel forum