Una attività a misura di donna

Tendenza donna
Tendenza donna / Nella guida al franchising realizzata da MBE e Assofranchising c'è una sezione dedicata alle imprenditrici che utilizzano la formula del franchising.
Lunedi
15.02.2021
Elena Geretto e Chiara Marchese, amiche di infanzia e socie, hanno di recente aperto il loro secondo centro MBE in provincia di Venezia.
 

 

Elena Geretto e Chiara Marchese, amiche di infanzia e socie, hanno di recente aperto il loro secondo centro MBE in provincia di Venezia. “Avevamo trent’anni ed eravamo in cerca di una occupazione, ma poco appetibili per le aziende che ci vedevano come possibili mamme più che come risorse. Allora abbiamo preso in mano la nostra vita”.

E’ recentissima l’inaugurazione del secondo Centro MBE a  San Donà, in provincia di Venezia,  Elena Geretto, già titolare insieme alla socia Chiara Marchese del centro di Portogruaro.  Una avventura iniziata nel 2011, dopo il licenziamento di una e le dimissioni dell’altra. “A trent’anni eravamo in un età poco appetibile per le aziende – commenta Elena -, eravamo donne, quindi soprattutto possibili mamme”.

Come avvenne l’incontro con MBE?

Un amico mi segnalò una presentazione di Mail Boxes Etc., ci andai con Chiara e decidemmo di ‘fare il salto’.  Da amiche di infanzia diventammo socie.

Con quali mezzi avete avviato l’attività?

Grazie a prestiti di familiari e a un piccolo finanziamento bancario abbiamo avviato il primo centro di Portogruaro.

Qual è stata la sfida principale che avete dovuto affrontare?

I primi anni sono stati complessi. Dovevamo cambiare approccio mentale e trasformarci da ex dipendenti a imprenditrici. Tendevamo ad aspettare che fossero i clienti ad arrivare, quando abbiamo iniziato a uscire e a dimostrarci proattive anche sotto questo aspetto, le cose hanno iniziato a funzionare bene. La casa madre insisteva molto sulla cura dell’aspetto commerciale. Insomma, abbiamo insistito e tenuto duro e adesso stiamo per aprire il secondo centro a San Donà. Una inaugurazione frutto dell’esperienza che abbiamo acquisito: presidiare in modo capillare il nostro territorio.E nel frattempo siamo diventate mamme entrambe, a pochi mesi di distanza.

Come avete affrontato l’emergenza Covid-19?

Abbiamo dovuto attrezzarci, fare noi i ritiri casa per casa perché siamo state messe nelle condizioni di ridurre il personale. Ma proprio durante la pandemia abbiamo acquisito due nuovi clienti. Bisogna andare avanti, sempre. E non siamo sole, ma in una grande squadra, insieme innanzitutto ai nostri colleghi affiliati che sentiamo molto vicini.

 

 

 


Popolare nel forum