Il caffè che ti regala il tempo

Preme l’acceleratore sul franchising in Italia e nel mondo l’insegna 12oz Coffee Joint, 16 negozi diretti nel nostro Paese, 30 in apertura a Cipro e altri in Arabia Saudita

.Come succede tante volte, le migliori idee vengono camminando. E così è successo a David Nathaniel, che mentre cammina per Milano vede la tipica ‘sciura’ che beve da una cup, anche lei camminando. Non è la cup di Starbucks, la catena americana è ancora lontana dalla prima inaugurazione nel capoluogo lombardo. Ma è una visione sufficiente perché avvenga “l’illuminazione’. E, passeggiando, forse non è un caso che l’illuminazione sia avvenuta proprio nel settore dello street beverage.

Come nasce 12oz Coffee Joint

David Nathaniel è CEO di Natex Dispenser Division, azienda leader nella distribuzione delle macchine del caffè nel mercato dell’hotellerie di lusso in Italia. Macchinari che permettono di realizzare il caffè uguale e in modo automatizzato in tutti gli hotel che la NDD rifornisce, principalmente nelle città d’arte italiane. E’ un sistema unico al mondo che parte dalla surgelazione del caffè, non liofilizzato, per mantenerne tutti gli aromi. Alla base dell’intuizione che darà vita al progetto 12oz Coffee Joint c’è una idea di esperienza del caffè che combina allure cosmopolita e italianità, “soprattutto nella rapidità del servizio”, commenta David, e una struttura portante che si basa su operations studiate nel minimo dettaglio.

Focus sulle operations

Standardizzazione dei processi e accessibilità dell’investimento garantiscono la scalabilità dei format – sono quattro – e li rendono appetibili anche a chi non ha nessuna esperienza nella ristorazione. “Ho aperto il primo store 12oz Coffee Joint nel 2015 proprio a Milano – racconta David -. Nel 2018 12oz Coffee Joint è diventata un’azienda grazie alla joint venture tra Ndd e Jacobs Douwe Egberts, leader mondiale nella produzione e distribuzione del caffè e tè, presente in oltre 120 Paesi. Obiettivo: creare una grande catena internazionale”. A sua volta, Jacobs Douwe Egberts fa parte del gruppo JAB Holding, proprietario di molte catene food and beverage di successo internazionale, come Pret a Manger, Panera Bread, Caribou Coffee, Espresso House e molte altre insegne in tutto il mondo. Oggi le caffetterie 12oz Coffee Joint in Italia sono sedici dirette, è stato concluso un accordo con un partner di Cipro che aprirà trenta locali nel suo Paese, in franchising, e lo stesso accdrà in Arabia Saudita

I quattro format del Franchising 12Oz

I punti hanno una metratura che varia dai 15 ai 100 metri quadri. La missione del brand è fare vivere una vera coffee experience europea, completa anche di proposte food, in maniera smart e informale, perché ogni cliente possa decidere quanto tempo dedicare alla propria pausa all’insegna del motto: Life is too short to queue for a good coffee. “La nostra proposta di business – prosegue Nathaniel – presenta bassi costi del personale, garantisce la massima igiene e una qualità alta e costante del caffè servito al cliente, riducendo al minimo le differenze inventariali. Grazie all’utilizzo di prodotti frozen anche per la gamma beverage richiede pochissime ore di training

Il franchisee ideale
Obiettivo? Aprire cinquanta locali tra diretti e in franchising in Italia, cento locali all’estero tramite master franchisee. “Cerchiamo soprattutto imprenditori e investitori disposti ad aprire anche più punti”, conclude Nathaniel.

I 4 FORMAT dell’offerta Franchising di 12oz

  • Big shop, lo store tipico per centri città, centri commerciali, aeroporti
  • Stand alone corner shop per centri città, centri commerciali, travel location
  • Kiosk, per centri commerciali, petrol stations, stazioni ferroviarie, autostrade, aeroporti
  • Counter, per strutture dedicate al benessere e alla cura personale, petrol stations, università, navi e traghetti

LEGGI ANCHE