Rapporto Assofranchising Italia 2019, trend positivo

Giovedi
06.06.2019
Il Rapporto Assofranchising Italia 2019 presenta dati positivi sul settore franchising. L'incremento del giro d'affari si attesta attorno al 17% rispetto al 2008.
 

"Franchising: più insegne, più occupati e fatturato sempre sempre in crescita", così Assofranchising apre il comunicato stampa ufficiale, che anche nel 2019 reportizza una situazione positiva per il franchising. Le insegne prese in esame per la stesura del Rapporto annuale dell'associazione di categoria, sono state 961, di queste 861 italiane e 174 estere. Tra le categorie merceologiche più gettonate, sale in pole position la ristorazione. 

Le insegne operative in Italia nel 2018 sono aumentate del + 2,1% rispetto al 2014.

I dati del franchising nel 2018

Trend positivo per l'occupazione, +3,8% di occupati rispetto al 2017. A tal proposito, Augusto Bandera, Segretario Generale di Assofranchising, ha dichiaratoIl franchising si conferma un settore sempre più in crescita e appetibile anche per i più giovani che si affacciano per la prima volta al mondo del lavoro. La crescente richiesta e la nascita di nuovi format sono sintomo di un sistema che funziona e che ispira fiducia grazie al ridotto rischio di impresa. Seppur il settore sia composto per la maggior parte da giovani imprenditori, significative sono anche le richieste da parte degli over 45, che rappresentano l’11% dei franchisee. Spesso, si tratta di persone che a un certo punto della propria carriera decidono di mettersi in proprio, di imparare un nuovo mestiere e diventare imprenditori di sé stessi”.  

Tra i dati riportati nel report, vi è l'aumento del numero delle insegne italiane all'estero, +7,6% di punti vendita rispetto al 2017. Nel 2018 il numero dei negozi ha superato i 10.800.

Il food in franchising fa gola agli investitori

Il settore della ristorazione continua ad essere uno di quelli trainanti per l'economia del franchising. I dati del report mostrano in modo particolare un incremento del 20% di aperture di bar, gelaterie, pub e pasticcerie, rispetto all'anno precedente. Il giro d'affari ha superato i 447milioni di euro e il numero di occupati è salito a più di 5.500. 

Tra i settori in calo, invece, troviamo librerie e profumerie in franchising, che hanno perso rispettivamente il 19,2% e il 15,5% di quota rispetto al 2017. In calo anche i settori energia e GDO Food, nonostante quest'ultimo mantenga un fatturato di oltre 7 miliardi di euro, per un giro d'affari di 30,9% sul totale del fatturato. 

Chi sono i franchisee

Il 65% dei franchisee sono uomini, mentre il 35% donne. Nel 58% dei casi hanno tra i 36-45 anni; nel 29% tra i 25-35; nel 10%, hanno tra i 46-55 anni e solo il 2% più di 55 anni e l'1% meno di 24 anni. 

Tra le regioni più interessate ai format in franchising vi sono Lombardia, Lazio e Veneto, rispettivamente con 268, 107 e 90 insegne.

Nonostante il 2017 sia stato considerato il miglior anno di sempre per il franchising, i dati del 2018 fotografano il benessere di un settore ancora più in crescita.

 


Social Media Manager

Popolare nel forum