Il locale di Parma / il format si è presentato nella versione “toast e caffè”, che prevede un ampliamento dell’offerta.
Lunedi
18.03.2019
Come già nelle recenti aperture di Firenze e a Lonato del Garda, anche a Parma il format si è presentato nella versione “toast e caffè".
 

Nuova apertura per Capatoast, stavolta nel cuore di Parma, in Via D’Azeglio 7, con un locale di quasi 200 metri quadri e con oltre cinquanta posti a sedere.  Come già nelle recenti aperture di Firenze e a Lonato del Garda, anche a Parma il format si è presentato nella versione “toast e caffè”, che prevede un ampliamento dell’offerta con l’inserimento di prodotti di caffetteria, centrifughe e spremute, dolci, spritz e birre alla spina. Durante i primi giorni di apertura lo store ha ospitato i gastronomi del prosciuttificio “Tanara”, azienda italiana di eccellenza e partner ormai consolidato di Capatoast, che ha offerto in degustazione a tutti i clienti il suo straordinario prosciutto di Parma stagionato ventiquattro mesi. Una partnership che sottolinea ancora una volta la scelta di Capatoast di puntare sempre più sulla qualità delle materie prime. Il piano di sviluppo del progetto continua senza sosta: previste nel prossimo mese le nuove aperture di Novara (Centro Commerciale San Martino 2), Limbiate (Centro Commerciale Carrefour) e Pontecagnano (Centro Commerciale Maximall).

Un format in evoluzione

A oggi la rete conta ventisei punti vendita in tutta Italia, tra locali in franchising e diretti, e undici in apertura nel 2019. La rete di toasterie è stata fondata a Napoli da Antonio Pepe, Paolo Castaldo e Marco Micallef  nel novembre 2014. Qualche mese dopo, nel luglio 2015, l’apertura del primo store affiliato a Milano. “Crediamo molto nella formula del franchising come strumento per sviluppare il progetto con maggiore velocità e con l’unione di più forze e competenze – commenta Marco Micallef, amministratore delegato -.  L’affiliato può beneficiare del fatto che Capatoast rappresenta oggi un marchio forte e riconosciuto sul mercato della ristorazione veloce e possiede un importante know how operativo costruito in questi primi quattro anni di attività in cui sono state superate molte problematiche e migliorati costantemente i processi. L'idea e una prima bozza di progetto sono state "fatte in casa” poi il franchisor si è affidato a professionisti specializzati per costruire un format importante.  Con il passare del tempo il format si sta innovando cercando di andar sempre più incontro alle richieste dei consumatori. “Abbiamo progettato locali più spaziosi ed è stata ampliata l'offerta con l'inserimento di prodotti come, tra gli altri, insalate, patate fritte, dolci e caffetteria”, spiega Micallef. La rete cerca imprenditori con esperienza nel settore della ristorazione o, comunque, con concrete competenze manageriali con cui instaurare un intenso rapporto di collaborazione finalizzato al raggiungimento di obiettivi di business comuni che possano magari anche andare oltre l’apertura di un singolo punto vendita. Capatoast punta molto sulla formazione pre-apertura dell'affiliato e del personale e su un affiancamento nel primo periodo di attività. Uno degli aspetti più importanti dell'organizzazione riguarda la logistica con un ufficio che raccoglie gli ordini degli store e una piattaforma che accoglie tutte le materie prime necessarie per l'attività e le smista ai punti vendita in tutta Italia anche fino a tre volte a settimana.

Per candidature

tel: 335311943

mail: marco.micallef@capatoast.it


L'inaugurazione / Durante i primi giorni di apertura lo store ha ospitato i gastronomi del prosciuttificio “Tanara”, azienda italiana di eccellenza e partner ormai consolidato di Capatoast.

Popolare nel forum