Meatball Family: il franchising ristorante a base di “polpette”

Meatball Family è una catena di ristoranti che mette al centro del suo menù uno dei piatti più importanti della cucina italiana e che è pronta per una nuova fase di crescita-

L’ultimo semestre 2021 è stato il più performante di sempre nel locale Meatball Family CityLife a Milano” conferma Matteo Abatantuono insieme al socio Nadir Malagò.

Matteo è il figlio di Diego Abatantuono, noto attore italiano e cofondatore e socio di Meatball Family. A completare la compagine sociale è Stefano Moccagatta, già fondatore dell’azienda vinicola Villa Sparina e consulente per tutti i ristoranti Meatball Family.

Meatball Family: storia e nascita

Meatball Family nasce nel 2013 a Milano in via Vigevano, da un’idea di Diego Abatantuono e dal giornalista Luca Serafini, mossi dalla passione per la cucina semplice e di qualità.

Da lì l’idea di proporre un piatto familiare e di tradizione, la polpetta, in un ambiente familiare. Tondeggianti, fritte o al forno, arrosto, saltate in padella oppure immerse nel sugo di pomodoro.

L’arredamento e lo stile del locale rievocano un carattere internazionale. Però le ricette, le materie prime e i vini di altissima qualità, quelli sono una passione italiana”, precisa Matteo Abatantuono.

In otto anni negli spazi di Meatball Family sono passati oltre 300mila clienti che hanno assaggiato oltre 3 milioni di polpette. Il successo di pubblico ha spinto all’ apertura di altri ristoranti: dopo il primo punto vendita, nel 2016 apre in Stazione Centrale, sempre nel capoluogo meneghino, e l’anno successivo nel centro commerciale.

Quali sono i requisiti per aprire un Meatball Family

Per aprire un Meatball Family è necessario rispettare alcuni requisiti. In primo piano, bisogna far sì che la superficie del locale sia minimo 50 MQ e massimo 150 MQ, inoltre, deve avere una canna fumaria ed essere locato in un luogo ad alto passaggio pedonale.

Gli investitori puri sia gli imprenditori interessati a lavorare all’interno dei locali, devono fare un investimento in un range che va dai 300 fino ai 400 mila euro.

In questa fase il marchio sta cercando di stabilizzare l’azienda per ripartire in modo strutturato. Quando il brand ha aperto il laboratorio centralizzato ha compreso fin da subito come seguire un economia di scala, limitando i costi logistici e facendo attenzione a non fare il passo più lungo della gamba.

Un monoprodotto che scopre l’innovazione

In otto anni oltre il 90% delle polpette in menu è cambiato, alla ricerca di nuove ricette, ingredienti e abbinamenti di salse, diversificando l’offerta con la pizza alla pala, l’hamburger di polpetta seguendo la scuola dello smashed burger primi piatti di pasta fresca.

Anche la polpetta segue la stagionalità con ricette che ruotano durante l’anno: la Takoyaki ispirata al Giappone con polpo e sfoglie di katsuobushi o a chilometro zero, come i Mondeghili, ad oggi offerti solo a Milano dove ci confessano che nemmeno tutti li conoscono.

A volte la tradizione va riscoperta come fosse qualcosa di nuovo. La polpetta, forte nella cultura gastronomica italiana, è presente in tutto il mondo, scoprire e proporre le diverse ricette una sfida.

I soci di Meatball Family

Meatball Family nasce nel 2013 a Milano in via Vigevano, da una idea di Diego Abatantuono e dal giornalista Luca Serafini, mossi dalla passione per la cucina semplice e di qualità.

Nel 2020 approda nella capitale, con l’apertura nel centro commerciale Roma Maximo Shopping Center e nel 2021 nel centro commerciale Roma Est.

Il nostro obiettivo nel 2022 è espanderci con nuovi punti vendita, anche con la formula del franchising, che abbiamo già adottato, ma non esclusivamente. Puntiamo molto anche su locali diretti – commenta Matteo – e sul food truck, che ci permette di essere on the road dove ci sono eventi, per esempio il Lucca Comics“.

LEGGI ANCHE

Scarica gratis il Magazine

Grazie per aver scelto di leggere Start Franchising. Se ti interessa il franchising, se vuoi essere aggiornato gratuitamente sulle ultime notizie riguardo al settore e desideri ricevere gratis i prossimi numeri del magazine, iscriviti alla nostra newsletter.