Starbucks, dopo Milano tocca a Bologna?

Dopo l’esordio milanese, Starbucks, la nota catena di caffetterie americana, è pronta a sbarcare anche a Bologna, dove prenderà il posto di uno storico negozio d’abbigliamento in via D’Azeglio, Donati, che ha annunciato infatti la chiusura dell’attività per il prossimo 29 giugno. L’indiscrezione è trapelata grazie alla comparsa sul web di annunci e offerte di lavoro proprio per la nuova sede bolognese della caffetteria nata a Seattle e famosa in tutto il mondo per il suo “frappuccino”. Quasi nessuna dichiarazione è stata infatti rilasciata alla stampa dai vertici della società, che infatti per il momento si limita ad affermare che “l’intenzione di allargarsi ad altri centri c’è”, senza però fornire ulteriori dettagli in merito. Starbucks è approdato nel Belpaese a settembre 2018 quando fu inaugurata la prima sede italiana del brand americano a pochi passi dal Duomo milanese, in piazza Cordusio 3, ma oggi nel capoluogo meneghino già sono stati aperti nuovi punti vendita in Corso Garibaldi, Piazza San Babila, Stazione Centrale e aeroporto di Milano Malpensa. Tutti gli store italiani di Starbucks sono gestiti in franchising dal gruppo Percassi, attraverso la società Siren Coffee, che sembra quindi aver scelto i locali di via D’Azeglio 15 come sede di una nuova caffetteria Starbucks. La città di Bologna, infatti, compariva tra quelle indicate dalla multinazionale americana come centri in cui si sarebbero concentrate le future nuove aperture già in occasione dell’inaugurazione della Roastery di Milano, accanto ad altre importanti città italiane come Firenze, Torino e Roma.

Starbucks, la Roastery di Milano va forte

Intanto, la sede milanese di piazza Cordusio continua a riscuotere molto successo. Con i suoi oltre 2.400 metri quadrati, lo store è la più grande roastery o torrefazione d’Europa e la quinta a livello mondiale. Il modello milanese della caffetteria è uno dei più originali, e di Starbucks così ne esistono solo altri due al mondo, uno a Seattle e uno a Shangai. Per il momento, dunque, agli appassionati del celebre marchio americano non resta che attendere e stare a vedere se davvero presto sarà possibile sorseggiare un frappuccino passeggiando per le strade bolognesi!

LEGGI ANCHE

Scarica gratis il Magazine

Grazie per aver scelto di leggere Start Franchising. Se ti interessa il franchising, se vuoi essere aggiornato gratuitamente sulle ultime notizie riguardo al settore e desideri ricevere gratis i prossimi numeri del magazine, iscriviti alla nostra newsletter.