Il vino italiano alla conquista dell’America

IMG:140836: La Krause Holdings è un’importante azienda americana che ha deciso di investire sul vino in Italia. Ha appena acquistato, infatti, due importanti aziende vinicole nostrane, costruendo un ponte dall’Iowa a Cuneo dove è stato appena trovato l’accordo per l’acquisto delle vinicole Vietti di Serralunga e del vigneto Enrico Serafino di Canali. La società, di proprietà di Kyle J Krause, aveva assorbito un marchio importante nel 2015, Campari, già distributore dei vini prodotti dalle aziende appena acquistati. “La nostra famiglia” – spiega Tanner Krause moglie del patron – “ha origini italiane e da sempre abbiamo la passione per il Barolo, quando si è presentata l’occasione di acquisire l’azienda Vietti non potevamo lasciarcela sfuggire”.

I numeri del vino italiano negli USA:

Nel 2015, l’Italia ha esportato prodotti eno-gastronomici negli Stati Uniti per un valore di 44 miliardi, con un aumento del 4,35% in più rispetto al 2014 e un saldo di 27 miliardi nella bilancia tra import ed export a favore dell’Italia, come  riportato dall’American Chamber of Commerce in Italy. Il 9,9% di questi 44 miliardi è costituito dal settore food e circa 2 miliardi sono rappresentati dal settore enologico: l’Italia è il primo esportatore di vino negli Stati Uniti.

 

LEGGI ANCHE

Scarica gratis il Magazine

Grazie per aver scelto di leggere Start Franchising. Se ti interessa il franchising, se vuoi essere aggiornato gratuitamente sulle ultime notizie riguardo al settore e desideri ricevere gratis i prossimi numeri del magazine, iscriviti alla nostra newsletter.