Il Bisonte: un franchising in espansione / Il Bisonte punta a rafforzarsi a livello nazionale ed internazionale
Mercoledì
07.08.2019
Il marchio di accessori avvia l'espansione estera con l'apertura di nuovi store a gestione diretta e nuove partnership
 

Il Bisonte, brand fiorentino di pelletteria artigianale casual-chic fondato negli anni Settanta da Wanny Di Filippo, continua la crescita a doppia cifra e avvia l'espansione estera con l'apertura di nuovi store a gestione diretta e nuove partnership. L’obiettivo del marchio rimane quello di rafforzarsi a livello nazionale ed internazionale, portando il suo prodotto made in Florence - che in questi anni è stato rinnovato anche nello stile - in tutto il mondo, complici canali di vendita diversi.

 

Il Bisonte: il format

Il Bisonte ha infatti annunciato l’inizio della partnership di sponsorizzazione tecnica con Joma Sport, l’azienda spagnola che vestirà la prima squadra, tutto lo staff e il settore giovanile della prestigiosa società fiorentina e che nella stagione sportiva 2019-2020 parteciperà al campionato di volley femminile di Serie A1. La sponsorizzazione di squadre e atleti professionistici è la base della strategia di marketing di Joma Sport, nonché porta d’entrata per i mercati nazionali. Joma, da sempre presente nel mondo delle sponsorizzazioni sportive, oggi è sponsor tecnico di oltre 300 squadre tra calcio professionistico e selezioni nazionali. Nel mondo delle sponsorizzazioni calcistiche Joma Sport occupa oggi il terzo posto a livello mondiale per maggior presenza del marchio. Il volley team de Il Bisonte affronterà le sfide delle prossime tre stagioni scendendo in campo con le divise da gioco Joma, sviluppate appositamente per la pallavolo, combattendo ai massimi livelli del volley italiano. Il brand fiorentino di pelletteria, passato dal fondo Palamon Capital Partners a Look Holdings, società giapponese che distribuisce marchi di moda, ha inaugurato un centro logistico a Pontassieve, Firenze, per garantire una crescita a doppia cifra in termini di fatturato, rafforzando lo sviluppo tecnico ed industriale.  Di contro, per potenziare lo sviluppo internazionale dopo aver chiuso un accordo di distribuzione per l'Australia, l'azienda sta trattando con potenziali partner per la Cina e altri Paesi del sudest asiatico. Sotto il controllo del private equity, il Bisonte ha registrato un’importante crescita di fatturato che, alla fine del 2018, ha toccato i 35 milioni di euro. L’obiettivo di fatturato per il 2019 dovrebbe essere  40 milioni di euro, quindi il doppio rispetto al 2016 quando erano arrivati a quota 21 milioni. Il primo mercato dell’azienda, che vende per il 90% all’estero, è il Giappone, dove Il Bisonte, proprio in partnership con Look Holdings, opera fin dagli anni Ottanta e conta ben 42 dei 50 monomarca totali, cui si affianca una rete di 400 punti vendita monomarca. Due negozi, aperti a fine 2018, sono a Hong Kong, considerata un “banco di prova” per l’approccio al mercato cinese. Seppur acquisito da fondi di private equity è rimasto fortemente ancorato al territorio e ai valori d’origine, tramite il progetto “Worn with love”, con l’obiettivo di creare uno spazio dedicato a valorizzare il vintage del marchio ed un artigiano che darà una seconda vita agli oggetti grazie ad un servizio di “remise en forme” e cura della pelle.

 


Il Bisonte e le sue partnership / La partnership di sponsorizzazione tecnica con Joma Sport, permetterà al brand di esportare i propri prodotti

Popolare nel forum