Uno store Euronics
Uno store Euronics / La trasformazione digitale del gruppo coinvolgerà soprattutto i punti vendita fisici, che punteranno ad un utilizzo integrato degli strumenti digitali.
Lunedi
25.02.2019
Euronics inaugura il 2019 con un piano di espansione che prevede l'apertura di 20 nuovi negozi e circa 400 assunzioni.
 

Euronics, brand in franchising di punti vendita di elettrodomestici ed elettronica di consumo, annuncia un importante piano di espansione per il 2019, che prevede l’apertura di venti nuovi negozi e circa 400 assunzioni. Dopo aver archiviato il 2018 con un fatturato di due miliardi di euro, in lieve calo rispetto all'anno precedente, il gruppo guarda al futuro e punta ad una crescita significativa. Il progetto di cambiamento avviato da Euronics si concentra sul digitale. Il brand ha infatti investito nel settore tre milioni di euro, di cui un milione esclusivamente per la formazione. La trasformazione digitale del gruppo coinvolgerà soprattutto i punti vendita fisici, che punteranno ad un utilizzo integrato degli strumenti digitali. Il negozio tradizionale, secondo il direttore finanziario, Guglielmo Orlandi, “continuerà a giocare un ruolo chiave purché integrato con intelligenza dai canali digitali che devono essere sinergici e non alternativi al fisico”.  Il presidente di Euronics Italia, Alessandro Butali, dichiara ancora: “Lo scenario attuale e la penetrazione di tecnologie digitali hanno accelerato il cambiamento e la necessità, da parte di realtà̀ come la nostra, di evolversi rapidamente per mantenere attrattività̀ e competitività̀. Il nostro claim Human Touch in a Digital World riassume il posizionamento e la strategia del Gruppo, che da sempre fa del rapporto umano con i suoi clienti il suo punto di forza. Oggi la relazione fra un’insegna e il consumatore deve svilupparsi con punti di contatto nuovi che vanno dalle app ai social network, ai siti, alle chat, fino agli assistenti virtuali; questo processo di digitalizzazione, seppur imprescindibile, non rende però il fattore umano meno importante per i clienti, che cercano sempre qualità nel servizio all’interno del punto vendita e una customer experience gratificante, sia all’interno del negozio che negli altri punti di contatto digitali”. Sul fronte della crescita è importante anche l'apertura domenicale che per il gruppo vale il 16% del fatturato. Butali ritiene che sia necessaria “una soluzione equilibrata, senza fare regali all'on line che non chiude mai. Non è possibile chiudere i centri commerciali nelle grandi città così come non è pensabile che siano aperti nei piccoli centri”.

I numeri di Euronics

Euronics rappresenta attualmente la terza realtà sul mercato italiano dell’elettronica e vanta 400 punti vendita a insegna Euronics, Euronics City ed Euronics Point, dei quali 205 in proprietà̀ e 198 in affiliazione, e 4.700 dipendenti, con una quota dell'11,20% nel settore del retail market e del 21,31% nel technical superstore. Il marchio è inoltre presente in tutta Europa, grazie all’insegna Euronics International, con oltre 11.500 punti vendita nei seguenti paesi: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Latvia, Lituania, Luxemburg, Norvegia, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Russia, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria, Ukraina, Turchia, Tunisia.


Popolare nel forum