La mia nuova vita con Color Glo

Diletta Ferretti all'opera / "Una attività artigianale innovativa come questa richiede abilità più femminili di quanto si immagini".
Lunedi
04.02.2019
Diletta Ferretti è entrata a far parte del network di origine americana nel 2009. Oggi, dopo il format di interventi a domicilio, ha deciso di aprire un point.
 

Amo le sfide e volevo mettermi in gioco, nonostante avessi una vita professionale sicura e di cui ero soddisfatta. E alla luce dei risultati che ho raggiunto direi che ho fatto la scelta giusta”. A parlare è Diletta Ferretti, 40 anni, di origini toscane ma da quasi dieci anni residente in provincia di Roma. Nel 2009 è entrata a far parte del network in franchising Color Glo, rete di origine americana specializzata in riparazione e restauro di pelle, similpelle, plastica, alcantara, che conta circa 40 affiliati in Italia, oltre 600 nel mondo.
Avevo un negozio di abbigliamento, ho conosciuto il brand come cliente esono rimasta impressionata da quello che sono riusciti a fare prima con gli interni dell’auto di un mio amico, poi con la mia”, racconta Diletta. “Ho contattato la società responsabile dello sviluppo nel nostro Paese, ho incontrato i responsabili, ci siamo
trovati in linea e dopo un corso di formazione di due settimane ero pronta per iniziare con il kit di prodotti
esclusivo in dotazione, disponendo già del capitale per partire
”, ricorda.

Artigianato innovativo
Diletta Ferretti ha scelto dicominciare la sua attività con le riparazioni a domicilio, quindi recandosi presso il cliente, gestendo in autonomia una agenda di appuntamenti. “Di questo settore mi ha attratto l’aspetto innovativo, non avevo mai visto niente di simile, ma anche la possibilità di coniugare la mia predisposizione alla manualità e le competenze acquisite con gli studi artistici. Il fatto di essere una donna in un mondo tendenzialmente maschile alla fine si è rivelato un elemento efficace per rafforzare l’aspetto delle pubbliche relazioni. E poi una attività artigianale innovativa come questa richiede abilità più femminili di quanto si
immagini, per esempio la precisione e il senso estetico
”. I servizi Color Glo si rivolgono sia a privati che possono avere oggetti da riparare, che a settori come l’automotive o l’aeronautica.

Gli affiliati sono imprenditori a tutti gli effetti
Quando ho iniziato – ricorda Diletta - ha funzionato tantissimo il passaparola. La gente soddisfatta è il migliore biglietto da visita, fa circolare il tuo marchio e si fidelizza. Certo, non sono mancati i momenti difficili, ricordo per esempio i primi tempi in cui facevo fatica a creare la corretta nuance dei colori che devono essere identici alla superficie da riparare. Ma chi fa l’imprenditore li supera. E noi affiliati siamo imprenditori a tutti gli effetti, con il vantaggio di avere alle spalle una casa madre che ti supporta in tutti gli aspetti della tua attività”. Recentemente Diletta Ferretti ha affrontato una nuova sfida e ha aperto un point a marchio Color Glo, a Roma. “Per me è stato un passo importante, ma le sfide, come dicevo, non mi fanno paura, anzi le cerco.Ho deciso di inaugurare un point, cioè un locale fronte strada con uno spazio per il laboratorio, anche perché è coerente con il mio percorso di franchisee”. L’investimento iniziale per avviare un point varia dai 3mila ai 5mila euro. “Nel 2009, mi ero trasferita da poco nella provincia di Roma, il marchio stava cominciando a farsi conoscere. Oggi la rete è cresciuta, anche in notorietà, la mia attività anche, ed è giusto per me posizionarmi in modo coerente con questa evoluzione”.


L'insegna di Appio Tuscolano / "La rete è cresciuta, anche in notorietà, la mia attività anche, ed è giusto per me posizionarmi in modo coerente"

Popolare nel forum