Pizzium: un omaggio al Bel Paese / Pizzium ripropone in una chiave innovativa la classica pizza napoletana
Venerdì
08.03.2019
Il format che ripropone in una chiave innovativa la classica pizza napoletana espande la rete con il locale di Brescia.
 

Aprirà a Brescia l'ottavo locale Pizzium, il nuovo concept che ripropone in chiave innovativa la classica pizza napoletana, utilizzando prodotti italiani esclusivamente DOP e IGP. Nato nel 2017 a Milano da un’idea di Stefano Saturnino, Giovanni Arbellini e Ilaria Puddu, Pizzium propone una rivisitazione della pizza napoletana classica, utilizzando il meglio della materia prima italiana, puntando su un menù che richiama ingredienti e ricette regionali. Il nome deriva dal 'background' dei soci: uno di essi è esperto pizzaiolo, altri due hanno fatto studi in legge.

Così, dal connubio tra la pizza e l’ars dicendi, il nome sintetizza le esperienze degli imprenditori milanesi.
Lo stile Pizzium si distingue traendo ispirazione dalla regione che lo ospita, senza rinunciare al meglio di Napoli e Campania.

Il format creato nel 2017, aperto a collaborazioni con istituzioni finanziarie e bancarie, conta una rete di franchising con locali a Milano, Serravalle, Gallarate, Como, Seregno, Torino, Roma e Brescia,  la cui apertura è prevista a marzo. Inoltre il concept punta all’apertura di un Pizzium Academy a Milano in via Andrea Doria 17, un progetto con cui Pizzium vuole a creare una vera e propria scuola di formazione che darà spazio alla pratica con training continui.

La pizza di Pizzium, così come il design dei propri locali, si adatta al centro urbano, alle zone più periferiche e ai centri commerciali con l'obbiettivo di diffondersi in modo capillare sul territorio italiano. I ristoranti sono caratterizzati da uno stile vintage ed un arredo che, con tavoli di legno, lampadari in stoffa e vecchie credenze,  valorizza Napoli e la Campania. Oltre che alle classiche Margherita, Marinara e Bufala il menù propone pizze speciali dedicate a tradizioni, ricette, ingredienti e prodotti delle regioni italiane. Un’esplosione di sapori che nasce dall’attenta selezione di prodotti regionali DOP e IGP provenienti da aziende locali. In onore del Bel Paese, infatti, ogni pizza porta il nome di una regione, oltre ovviamente alle tre classiche sopra citate. Per esempio, la Liguria è preparata con mozzarella fior di latte dal Caseificio Fior D’Agerola, pomodorini freschi rossi e gialli e pesto di basilico fatto in casa. La Puglia, invece, è a base di stracciatella Antica Fattoria, capocollo pugliese, datterini freschi gialli e olive nere. L’impasto di Pizzium, ottenuto con un blend di tre farine di tipo 00 con differenti contenuti proteici e differenti indici di forza, ha una lievitazione minima di 24h sia a temperatura ambiente che controllata, per permettere che tutti gli zuccheri vengano scissi correttamente affinché la pizza risulti digeribile. Al momento però non sono previste pizze gluten free. E’ disponibile anche una selezione di vini regionali e naturali à la carte e, al fianco della birra alla spina, rigorosamente italiana, sarà possibile assaggiare Birrium, l’esclusiva birra artigianale in bottiglia di Pizzium, ad alta fermentazione, non filtrata e non pastorizzata. Pizzium, dunque, vuole rappresentare un vero e proprio viaggio culinario attraverso le regioni italiane e i prodotti tipici, alla scoperta dei sapori della tradizione.

 

 


Birrim: la birra alla spina prodotta da Pizzium / Birrium, l’esclusiva birra artigianale in bottiglia di Pizzium

Popolare nel forum